Fervente sostenitore della teoria di  Eileen Gray: Per creare, bisogna prima mettere in discussione tutto. Anzelmo Adduci nasce in Calabria nel 1951, verso la fine degli anni 60 si trasferisce a Cantù città del mobile per antonomasia. Inizia la collaborazione che dura  un decennio  con un’azienda di arredi e complementi  di Cantù come sviluppo prototipi e responsabile  di produzione fino agli anni 80, anno di  fondazione  dell’Officina del Metallo ,azienda produttrice d’arredi contemporanei e fornitrice  di  importanti brand del settore. Sono gli anni in cui si forgia a livello ingegnerizzazione e lavorazioni materiali. Come design oltre a dedicarsi alla progettazione per l’Officina del Metallo , collabora con varie aziende, tra le quali: Mice, Promemoria, Crisalide, Inoxmio, Caspim.

Anselmo Adduci

Le collezioni di Anzelmo Adduci


Per creare, bisogna prima mettere in discussione tutto.

(Eileen Gray)

Aggiornamenti

  • Seguimi sui social

    Potrai leggere gli aggiornamenti più recenti sulla mia pagina facebook.


    30 Maggio 2019
  • Ultimi ritocchi

    A breve il nuovo sito web sarà operativo.


    30 Maggio 2019

Archivio stampa

Mondrian

Sedute minimalista, senza una vera e propria struttura, ispirato ai maestri del passato . Comodo ed elegante al contempo,  è un elemento d’arredo in cui la purezza del design si fonde con l’accuratezza dei dettagli. Anno di progettazione 2003 per Crisalide

Nicole

Seduta  pranzo struttura in acciaio inox satin, seduta e schienale in cuoietto in pieno fiore Senza struttura centrale. Anno 2005 per Crisalide

Biocamini

Biocamini  a combustione di bietanolo .A muro da tavolo o da terra. Sono elementi altamente decorativi più che funzionali .Anno 2013

Battista e Artù

Battsta: appendiabiti  di servizio con corpetto in metallo e intreccio in midollino. Dotato di specchietto orientabile, supporto porta pantalone con catenella, il tutto sorretto da un treppiedi. 1995 per Bean

Artù: praticissima poltroncina bar in metallo e midollino, super leggera ma soprattutto impilabile

1995 Per Bean

Trino

Candelabro a tre fiamme interamente lavorato a mano con sapienza e maestria tipicamente artigianale, piccolissima  produzione a causa dell’oggettiva difficoltà. Il pregio di questi pezzi era l’assoluta unicità.

Per Sozzi Promemoria 1992

Lautrec e Sien

LAUTREC tavolinetto di servizio interamente annodato a mano . Anno 1999 per Artea

SIEN  seduta pranzo in metallo e pelle pieno fiore. Anno 1999 per Artea

Babylon

Piano in polvere di marmo e cristallo, la parte centrale è in cristallo  di forte spessore .Il tutto ha la forma dell’occhio umano ,su 4 gambe da  donna  .Anno 2000 per design marmo di Pratelli Luciano.

Gaudì

Sedute minimalista, senza una vera e propria struttura, ispirato ai maestri del passato . Comodo ed elegante al contempo,  è un elemento d’arredo in cui la purezza del design si fonde con l’accuratezza dei dettagli. Anno di progettazione 2003 per Crisalide

Aysha

Poltrona dalle curve sensuali e avvolgenti, offre il massimo del comfort . Imbottitura in gomma  a quota differenziata, rivestimento fisso in pelle pieno fiore. Erano gli anni 90 per OFFICINA del METALLO